Crescenza Caradonna (Cresy)

Archive for agosto 2012|Monthly archive page

Canzone d’amore

In Testi di canzone di Cresy Crescenza Caradonna on 26 agosto 2012 at 14:38

 Canzone d’amore

Scriverò una canzone
scriverò parole d’amore per te
per te tra le nuvole blu

mentre il sole alto bacia la luna
mentre il giorno alto bacia la notte
scriverò una canzone

lontano sei vicino nell’anima
lontano sei vicino al cuore
in questa magica storia d’amore

scriverò una canzone
colori e poi colori tra le note

scriverò una canzone
immaginandoti mio per sempre
nei versi di una canzone d’amore.

Cresy Crescenza Caradonna

La foto di Crescenza Caradonna

In Musica Classica on 24 agosto 2012 at 15:40

FRA L’AMORE E LA MUSICA
C’E’ QUESTA DIFFERENZA: 

L’AMORE NON PUO’ DARE L’IDEA DELLA MUSICA ,
LA MUSICA PUO’ DARE L’IDEA DELL’AMORE”

( Hector Berlioz)

Foto di   Cresy Crescenza Caradonna

 immortalato in una mia foto
..si sdoppia...
come narciso si gusta la sua beltà!

Respiro

In Musica leggera on 24 agosto 2012 at 12:09

 

 

 

 

Respiro

Fa’ che io canti presto 
le cose che sei. 
Fammi fermare il tempo 
che danza tra noi. 
Lascia che sia respiro 
finché tu ci sei 
il mio saluto al giorno 
per non lasciarsi andare mai. 

Io vorrei
che il mio viaggio
di gran vagabondo
finisse con te
e per noi
diventasse respiro
quell’esserci amati,
annullati, divisi,
rincorsi, appagati.

Voglio che sia respiro
l’amore tra noi
per non piegarsi dentro
per darsi di più.
Lascia che sia respiro
finché tu ci sei
il mio saluto al giorno
per non lasciarsi andare…

Io vorrei
che il mio viaggio
di gran vagabondo
finisse con te
e per noi
diventasse respiro
quell’esserci amati,
annullati, divisi,
rincorsi, appagati.

E vorrei
che ogni volta
che cerchi qualcosa
cercassi di me
e per noi
diventasse respiro
la nostra canzone
diventasse respiro
lo stesso ricordo
di noi.

Voglio che sia respiro
l’amore tra noi
per non piegarsi dentro
per darsi di più.
Lascia che sia respiro
finché tu ci sei
il mio saluto al giorno
per non lasciarsi andare mai.

Franco Simone

 

Volonta’ di Esistere

In Musica leggera on 23 agosto 2012 at 16:42

VOLONTA’ D’ESISTERE

RICONOSCO LA MIA INUTILITA’
INETTITUDINE INCAPACITA’

SONO IN VIAGGIO DI RICOGNIZIONE
COMPAGNA AMICA LA MIA DISPERAZIONE

SI CELA UN SEGRETO CHE TENGO PER ME
E PIANGENDO SILENZIOSA INGOIO LE MIE LACRIME

DELINEATO NON C’è PIU’ ALCUN CONFINE
IN QUESTA NOTTE BUIA SCURA SENZA FINE

MA IL SANGUE SCORRE ANCORA
CALDO NELLE VENE
IL CUORE BATTE FORTE
E NON SMETTE DI PULSARE

EPPURE MANCA L’ARIA NON RIESCO A RESPIRARE
MORTE INTERIORE A LIVELLO CEREBRALE!

SI CELA UN SEGRETO CHE TENGO PER ME
E PIANGENDO SILENZIOSA INGOIO LE MIE LACRIME

DELINEATO NON C’è PIU’ ALCUN CONFINE
IN QUESTA NOTTE BUIA SCURA SENZA FINE

SCORDATI DI ME .. HO CESSATO DI ESISTERE
SCORDATI DI ME .. NON VOGLIO PIU’ RINASCERE

LASCIAMI ORA CHE .. MI SENTO COSI’IN PACE
LASCIAMI ORA CHE .. MI SENTO PIU’ FELICE

VITA SE MI VUOI DEVI RICONQUISTARMI
VITA SE MI VUOI COSTRINGIMI AD AMARMI

STRINGIMI DI PIU’ .. ABBRACCIAMI PIU’ FORTE
STRINGIMI DI PIU’ .. ACCAREZZA LA MIA FRONTE
STRINGIMI DI PIU’ .. CONSOLA LA MIA ANSIA
STRINGIMI DI PIU’ .. RIDAMMI LA SPERANZA

Testo ed interpretazione di

Musiche di Alberto Baroni

Aforisma di Nietzsche

Senza musica la vita sarebbe un errore.

 

 Musica


E’ bella e triste
musica che mi giri attorno
diamante  prezioso ti sento
mi par di toccarti
vibri nell’aria
accarezzi i miei sensi

amante sei di una notte d’amore
là sei dentro di me
m’invadi l’anima
dovunque in ogni momento arrivi in qualsiasi parte
perché arrivi dove l’amore tradisce

musica musica musica
l’orologio pazzo ha suonato tutte le tue ore
lontana  più lontana da tutte le stelle
ti addormenti tra le mie braccia
nell’indolenza di questo amore
morto tra le note della tua musica.

 Cresy Crescenza Caradonna
Tutti i diritti Riservati 

VIETATO SCARICARE UNO STRALCIO O PARTE SENZA CONSENSO DELL’AUTRICE

GRAZIE

PUBBLICA SU:

Cresy Caradonna's Blog

Cresy Caradonna’s Blog

IL RUMORE DELLE PAROLE

In cerca di te

In Testi di canzone di Cresy Crescenza Caradonna, VideoPoesia on 21 agosto 2012 at 07:19

172818

 In cerca di te

Il sole
il sogno 
la luna
la forza

il sogno
l’ombra
il chiaro
giorno
notte

basta dare un senso andare avanti
chiudo le ferite
stai dentro di me

tra le pagine di una poesia
tu vivi virtuale amore
non cercarci mai ma cercarci sempre
domani tutto sarà un sogno

il sole cerca uno spiraglio
io cerco te.

CresyCrescenza Caradonna
Inedita@2012

VIETATO COPIARE O SCARICARE SENZA AUTORIZZAZIONE DELL'AUTRICE
G R A Z I E

SU:

http://solopoesiedicresy.blogspot.it/2012/08/in-cerca-di-te-il-sole-il-sogno.html

L'emozione vibra tra colori e pennelli..
 e  
 nasce una poesia!

Looking for you

The sun 
dream  
the moon 
force

the dream  
the shadow of 
the clear 
day 
night

 just make sense to go ahead 
close the wounds are inside me

between the pages of a poem
you live virtual love
but do not ever look for look
for more tomorrow everything
will be a dream 

the sun looking for a window of opportunity 
I seek you. @

Cresy Crescenza Caradonna
 Unprecedented @ 2012

Cresy@

Cresy@

cropped-parole-e-musica12.jpg

Ciao amore

In Musica leggera on 19 agosto 2012 at 14:09

Ciao Amore

La solita strada, bianca come il sale 
il grano da crescere, i campi da arare.

Guardare ogni giorno 
se piove o c’e’ il sole, 
per saper se domani 
si vive o si muore 
e un bel giorno dire basta e andare via.

Ciao amore, 
ciao amore, ciao amore ciao. 
Ciao amore, 
ciao amore, ciao amore ciao.

Andare via lontano 
a cercare un altro mondo 
dire addio al cortile, 
andarsene sognando.

E poi mille strade grigie come il fumo 
in un mondo di luci sentirsi nessuno. 
Saltare cent’anni in un giorno solo, 
dai carri dei campi 
agli aerei nel cielo.
E non capirci niente e aver voglia di tornare da te.

Ciao amore, 
ciao amore, ciao amore ciao. 
Ciao amore, 
ciao amore, ciao amore ciao. 
Non saper fare niente in un mondo che sa tutto 
e non avere un soldo nemmeno per tornare.

Ciao amore, 
ciao amore, ciao amore ciao. 
Ciao amore, 
ciao amore, ciao amore ciao.

Luigi Tenco
1967

Un poeta.



Ruggine- Poesia di Cresy

In Riflessioni e Poesie, Testi di canzone di Cresy Crescenza Caradonna on 16 agosto 2012 at 14:15

Ruggine

By Cresy Crescenza on 24 febbraio 2012

Dall’ Album di
Zahi Issa

RUGGINE

Mi incammino su per la strada
ruggine di te
ruggine di me,

vola la mia mente
vola su di te
scalcia le emozioni
vola su di me,

ruggine ruggine  di te
spazio
spazio dentro me,
dentro il tuo cuore
tutto
tutto mi parla di te
vola   vola la  mia mente
sola sola resterò
basta basta un tuo sorriso
ed il cielo si aprirà.
Ruggine di te
ruggine di me
vola  la mia mente
vola vola su di te.

 

Testo della canzone ” Ruggine” di Cresy Crescenza

Cresy Crescenza
Copyright©2010 Inedita
Tutti i diritti riservati


CRISTALLI DI POESIA

ARTE E DINTORNI

Vieni a vedere perchè

In Musica leggera on 16 agosto 2012 at 13:22

 Vieni a vedere perchè

Dico sempre che non cerco amore 
che preferisco badare a me: 
ma questa non è la verità, 
vieni a vedere perché… 

Mi vedono sempre ridere 
ma questa non è la realtà: 
piango ogni notte, 
sempre per lei, 
vieni a vedere perché… 

Dico sempre che odio l’amore 
che non mi serve a niente però 
prego perché, il Signore lo sa, 
che prima o poi lo troverò! 

Voglio che tutto intorno ci sia solo la vita per me 
Voglio te, notte e giorno, devo convincerti che… 

Capirai che il cielo è bello perché 
in fondo fa da tetto a un mondo pieno di paure e lacrime 
E piangerai, oh altroché!
Ma dopo un po’ la vita ti sembrerà più facile, 
e così fragile, ricomincerai! 

C’è chi rinuncia all’amore 
solo perché non ne ha avuto mai 
eccomi qua dammelo e poi 
ora capisci perché dico sempre che odio l’amore 
che non mi serve a niente però 
prego perché, il Signore lo sa, che prima o poi lo troverò! 

Voglio che, tutto intorno, ci sia solo la vita per me! 
Voglio te, fino in fondo, devo convincerti che… 

Capirai che il cielo è bello perché 
in fondo fa da tetto a un mondo pieno di paure e lacrime… 
Oh, e piangerai, oh, altroché!
Ma dopo un po’ la vita ti sembrerà più facile, 
e così fragile tornerai a vivere! 

Dico sempre che non cerco amore, 
che preferisco badare a me: 
ma questa non è la verità, 
vieni a vedere perché… 

Cesare Cremonini

Il viaggio di un poeta

In Musica leggera on 13 agosto 2012 at 07:13

The Ocean does not sleep …
find comfort in the wake of the Sea sleepless souls.  

(Khalil Gibran)

——————————————————

I Dik Dik

Viaggio di un poeta
1972

Lasciò il suo paese
all’età di vent’anni
con in tasca due soldi
e niente più

——————

aveva una donna
che amava da anni
lasciò anche lei
per qualcosa di più
promise a se stesso
di non ritornare
al vecchio paese
della sua gioventù

————————–

dove nessuno
voleva sognare
i campi d’arare
e niente di più

——————————–

cominciò così
a fare il vagabondo
girando paesi e città
cercò la fortuna

nei quartieri
del mondo
dimenticando la sua povertà

——————

un giorno in casa
di un grande poeta
trovò dei ragazzi
che parlavan di pace
di colpo capì che era quella la meta

l’aveva raggiunto
per esser felice
ritornò così
a fare il vagabondo
girando paesi e città
voleva portare
l’amore nel mondo
ma pensò al paese
di molti anni fa
senza soldi in tasca
corro ancora
verso casa
aveva capito
cosa conta di più
———–

davanti alla sua porta
c’era lei
che l’aspettava
tutto come prima
e non chiedeva di più
e non chiedeva di più
————

 (I Dik Dik)

IL VIAGGIO DI UN POETA
LEONARD COHEN
Un operaio chiamato scrittore

 



 

 

http://cresycaradonna.wordpress.com/2012/08/12/alda-sempre-alda-merini-nel-cuore/

 

Gianni Morandi – La fisarmonica

In Musica leggera, Poesia, Testi di canzone di Cresy Crescenza Caradonna on 10 agosto 2012 at 06:58

“La fisarmonica”

La fisarmonica
stasera suona per te
per ricordarti un amore
uno di tanti anni fa,
la fisarmonica.

Ma tu non piangere
non si cancella così,
torna più grande che mai
il desiderio di te
quando vivevi felice con me.

….

Se chiudo gli occhi
vedo il tuo viso
rivedo il tuo sorriso
ma le mani lontane
non si stringono più.

….

La fisarmonica
stasera suona per noi
torna più grande che mai
il desiderio di te
la fisarmonica suona per me

….

Era di notte
c’era la luna
baciavo le tue labbra,
era l’ultima volta
te ne andavi da me, amor.

 Cresy Caradonna’s Blog

Gli angeli -Di Cresy Caradonna

In Musica leggera, Video on 9 agosto 2012 at 17:00

Gli angeli

Quello che si prova
non si può spiegare qui
hai una sorpresa
che neanche te lo immagini
dietro non si torna
non si può tornare giù
Quando ormai si vola
non si può cadere più….
Vedi tetti e case
e grandi le periferie
E vedi quante cose
sono solo “fesserie”…
E da qui….e da qui…
…qui non arrivano gli angeli
con le lucciole e le cicale..
E da qui….e da qui….
“non le vedi più quelle estati lì”
“quelle estati lì”

Qui è logico
cambiare mille volte idea
ed è facile
sentirsi da buttare via!!
Qui non hai “la scusa”
che ti può tenere su
Qui la notte è buia
e ci sei soltanto tu
Vivi in bilico
e fumi le tue Lucky Strike
e ti rendi conto
di quanto le maledirai…..

E da qui….e da qui…
qui non arrivano “gli ordini”…
a insegnarti la strada buona…
E da qui….e da qui….
Qui non arrivano gli angeli.

Canta Vasco Rossi

“Verranno gli Angeli”

poesia di
  di Cresy CrescenzaCaradonna
http://wp.me/p137Y2-b5

ARTICOLI CORRELATI DI Cresy:

https://crescenzacaradonna.wordpress.com/2012/11/26/il-fiore/

https://crescenzacaradonna.wordpress.com/2013/01/24/vasco-rossi-luomo-piu-semplice/

 

 

Clara Moroni

La bambola

In Musica leggera on 8 agosto 2012 at 14:47

La Bambola

canta Patty Bravo

Tu mi fai girar
tu mi fai girar
come fossi una bambola
poi mi butti giù
poi mi butti giù
come fossi una bambola
Non ti accorgi quando piango
quando sono triste e stanca tu
pensi solo per te

No ragazzo no
No ragazzo no
del mio amore non ridere
non ci gioco più
quando giochi tu
sai far male da piangere
Da stasera la mia vita
nelle mani di un ragazzo no,
non la lascerò più

No ragazzo no
tu non mi metterai
tra le dieci bambole
che non ti piacciono più
oh no, oh no

Tu mi fai girar,
tu mi fai girar…
poi mi butti giù,
poi mi butti giù…

ARTICOLO CORRELATO SU:

Occhi blu – di Cresy Caradonna

In CantaPoeti, Testi di canzone di Cresy Crescenza Caradonna on 7 agosto 2012 at 17:27

tumblr_l6d9ailox21qbb9j7

” Occhi blu “

Occhi azzurri tu piccino mio
ti abbraccio ti riabbraccio nel profondo blu
sei l’amore l’universo mio
occhi azzurri tu piccino mio.

Quanto amore ti darò
quanto sole tu vedrai
quanti baci tu avrai
dolce stella del mio ciel.

Ti risvegli sorridente
ogni giorno cerchi me
accanto a te io ci sarò
sempre sempre ti vorrò.

Occhi azzurri tu piccino mio
sconfinato grande uomo mio
ti abbraccio ti riabbraccio nel profondo blu.

Quanto amore ti darò
quanto sole tu vedrai
dolce stella del mio cuore.@

Testo della canzone “Occhi blu “
di  Cresy Caradonna Crescenza

Copyright©2010 Inedita
Tutti i diritti riservati

Info ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza il consenso dell’Autore.

Amore

In Musica leggera on 7 agosto 2012 at 16:48

Amore

 

Amore amore / amore amore / amore amore amore /
amore amore amore / amore amore /
amore amore amore / amore amore…

Una sera di festa a Maggio
tu e l’amico mio che cercava parole sui discorsi della gente
eri bella da fare male
da restare stordito quella volta, quel primo giorno
che ti ho vista per caso
Amore
ti ho chiamato il giorno dopo in casa
e ti ho detto “Scusa, non volevo disturbarti
ma ieri non hai sorriso
non hai detto una parola
e io voglio sentire la tua voce e sentire il tuo respiro”

Amore amore / amore amore
amore amore amore / amore amore…

MINA:
Amore amore / amore amore / amore amore amore /
amore amore amore / amore amore /
amore amore amore / amore amore…

Ciao, che fai tu da queste parti
qui al portone mio
se aspettavi qualcuno non significa che sia io
E’ una bella serata questa, di primavera
e ti senti sicuro di non perdere mai
Amore
ti ho trovato un giorno sotto casa
e mi hai detto “Senti, io non penso ormai che a te
dimmi solo se hai voglia di un momento insieme a me
o io posso sparire adesso
una foglia che alza il vento”

Amore amore, amore amore… / amore amore amore
amore / amore amore / amore amore
amore amore amore / amore amore

 

Cantano:
Riccardo Cocciante e Mina

 

 

Se telefonando

In Musica leggera, Testi di canzone di Cresy Crescenza Caradonna on 6 agosto 2012 at 07:41

155071_175410865817001_100000442673196_482718_5679507_n.jpg


Se telefonando

Canta Mina

Lo stupore della notte
spalancata sul mar
ci sorprese che eravamo sconosciuti
io e te.
Poi nel buio le tue mani
d’improvviso sulle mie,
è cresciuto troppo in fretta
questo nostro amor.
Se telefonando
io potessi dirti addio
ti chiamerei.
Se io rivedendoti
fossi certa che non soffri
ti rivedrei.
Se guardandoti negli occhi
sapessi dirti basta
ti guarderei.
Ma non so spiegarti
che il nostro amore appena nato
è già finito.
Se telefonando
io volessi dirti addio
ti chiamerei.
Se io rivedendoti
fossi certa che non soffri
ti rivedrei.
Se guardandoti negli occhi
sapessi dirti basta
ti guarderei.
Ma non so spiegarti
che il nostro amore appena nato
è già finito

Il testo è stato scritto da Maurizio Costanzo e Ghigo De Chiara , arrangiamento  del maestro Ennio Morricone
anno 1962.


 

 

Pelle su pelle

Non guardare
respiro adagio
pelle sulla tua pelle
anche se è tardi

 

l’aria respiro 
pelle sulla tua pelle
la voce la tua amica

 

non guardare
troppe notti
troppi giorni 
insonni
da colmare dai tuoi silenzi

 

l’aria respiro
pelle sulla tua pelle
anche se tardi
sono sempre  tua
donna per te

 

canto per te
solo per dirti addio
respiro adagio

 

di più …di più..di più
solo per dirti addio.
 (Testo di Canzone)
di Cresy Crescenza Caradonna

Una donna per amico

In Musica leggera on 5 agosto 2012 at 17:45

Lucio Battisti

Lucio Battisti 

Una donna per amico
di Lucio Battisti

Può darsi ch’io non sappia cosa dico, 
scegliendo te – una donna – per amico, 
ma il mio mestiere è vivere la vita 
che sia di tutti i giorni o sconosciuta; 
ti amo, forte, debole compagna 
che qualche volta impara e a volte insegna. 
L’eccitazione è il sintomo d’amore 
al quale non sappiamo rinunciare. 
Le conseguenze spesso fan soffrire, 
a turno ci dobbiamo consolare 
e tu amica cara mi consoli 
perché ci ritroviamo sempre soli. 
Ti sei innamorata di chi? 
Troppo docile, non fa per te. 
Lo so divento antipatico 
ma è sempre meglio che ipocrita. 
D’accordo, fa come vuoi I miei consigli mai. 
Mi arrendo fa come vuoi 
ci ritroviamo come al solito poi 
Ma che disastro, io mi maledico 
ho scelto te – una donna – per amico, 
ma il mio mestiere è vivere la vita 
che sia di tutti i giorni o sconosciuta; 
ti odio forte, debole compagna 
che poche volte impara e troppo insegna. 
Non c’è una gomma ancor che non si buchi. 
Il mastice sei tu, mia vecchia amica. 
La pezza sono io, ma che vergogna. 
Che importa, tocca a te, avanti, sogna. 
Ti amo, forte, debole compagna 
che qualche volta impara e a volte insegna. 
Mi sono innamorato? Sì, un po’. 
Rincoglionito? Non dico no. 
Per te son tutte un po’ squallide. 
La gelosia non è lecita. 
Quello che voglio lo sai, non mi fermerai 
Che menagramo che sei, 
eventualmente puoi sempre ridere poi 
Ma che disastro, io mi maledico 
ho scelto te – una donna – per amico, 
ma il mio mestiere è vivere la vita 
che sia di tutti i giorni o sconosciuta; 
ti amo forte, debole compagna 
che qualche volta impara e qualche insegna. 

Il pescatore

In Musica leggera on 5 agosto 2012 at 16:48


Il pescatore
testo di   Fabrizio De Andrè



All’ombra dell’ultimo sole 

s’era assopito un pescatore 
e aveva un solco lungo il viso 
come una specie di sorriso. 

Venne alla spiaggia un assassino 
due occhi grandi da bambino 
due occhi enormi di paura 
eran gli specchi di un’avventura. 

E chiese al vecchio dammi il pane 
ho poco tempo e troppa fame 
e chiese al vecchio dammi il vino 
ho sete e sono un assassino. 

Gli occhi dischiuse il vecchio al giorno 
non si guardò neppure intorno 
ma versò il vino e spezzò il pane 
per chi diceva ho sete e ho fame. 

E fu il calore d’un momento, 
poi via di nuovo verso il vento, 
poi via di nuovo verso il sole 
dietro alle spalle un pescatore. 

Dietro alle spalle un pescatore 
e la memoria è già dolore 
è già il rimpianto d’un aprile 
giocato all’ombra di un cortile. 

Vennero in sella due gendarmi 
vennero in sella con le armi 
chiesero al vecchio se lì vicino 
fosse passato un assassino. 

Ma all’ombra dell’ultimo sole 
s’era assopito il pescatore 
e aveva un solco lungo il viso 
come una specie di sorriso 
e aveva un solco lungo il viso 
come una specie di sorriso.


 

Benvenuti nel mondo di Musica & Parole

In Musica Classica on 5 agosto 2012 at 15:15


MUSICA&PAROLE

5 agosto 2012 @ 

Eventing Italy

Il sito del Completo in Italia

I LIBRI DI CRESCENZA CARADONNA

In un buon libro la cosa migliore è tra le righe.

Crisi Mag

Dove c'è la crisi c'è un principio di Rivoluzione

PUGLIA D'AMARE NEWS

Quotidiano diretto da Crescenza Caradonna

Parole in Processione

nevrotiche e appassionate

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: