Crescenza Caradonna (Cresy)

Vieni a vedere perchè

In Musica leggera on 16 agosto 2012 at 13:22

 Vieni a vedere perchè

Dico sempre che non cerco amore 
che preferisco badare a me: 
ma questa non è la verità, 
vieni a vedere perché… 

Mi vedono sempre ridere 
ma questa non è la realtà: 
piango ogni notte, 
sempre per lei, 
vieni a vedere perché… 

Dico sempre che odio l’amore 
che non mi serve a niente però 
prego perché, il Signore lo sa, 
che prima o poi lo troverò! 

Voglio che tutto intorno ci sia solo la vita per me 
Voglio te, notte e giorno, devo convincerti che… 

Capirai che il cielo è bello perché 
in fondo fa da tetto a un mondo pieno di paure e lacrime 
E piangerai, oh altroché!
Ma dopo un po’ la vita ti sembrerà più facile, 
e così fragile, ricomincerai! 

C’è chi rinuncia all’amore 
solo perché non ne ha avuto mai 
eccomi qua dammelo e poi 
ora capisci perché dico sempre che odio l’amore 
che non mi serve a niente però 
prego perché, il Signore lo sa, che prima o poi lo troverò! 

Voglio che, tutto intorno, ci sia solo la vita per me! 
Voglio te, fino in fondo, devo convincerti che… 

Capirai che il cielo è bello perché 
in fondo fa da tetto a un mondo pieno di paure e lacrime… 
Oh, e piangerai, oh, altroché!
Ma dopo un po’ la vita ti sembrerà più facile, 
e così fragile tornerai a vivere! 

Dico sempre che non cerco amore, 
che preferisco badare a me: 
ma questa non è la verità, 
vieni a vedere perché… 

Cesare Cremonini

Annunci

Rispondi a Cresy Crescenza Annulla risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

ITALIANI IN GUERRA

Le guerre degli italiani dal risorgimento ai giorni nostri

massimogelmini.it

Come è concepibile una società che non sia una relazione di persone? Questa implica una società che non avrebbe l'individuo come sua unità. Ma in una società del genere, come può essere possibile la vita economica se nè la cooperazione nè lo scambio - entrambe relazioni personali tra individui - possono avere spazio in essa? (Karl Polanyi)

Pina Chidichimo

Basilicata Terra Da Amare

Carolina & Andrea

L'inizio del nostro viaggio...

Irresistibili

almeno per me

International Chamber Music Festival

LAGO DI GARDA | CULTURA IN MUSICA LIMES

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: