Crescenza Caradonna (Cresy)

Archive for marzo 2013|Monthly archive page

Enzo Jannacci

In CantaPoeti, Musica leggera, Video on 30 marzo 2013 at 15:35

30 Marzo 2013

«  Enzo Janacci  il cantautore e cabarettista milanese

è morto a 78 anni dopo una lunga malattia.»

Annunci

In Senza categoria on 27 marzo 2013 at 10:27

Lugano….Addio!

Crescenza Caradonna's Blog

Lugano addio

Ivan Graziani

I. Graziani

(1977)

Le scarpe da tennis bianche e blu
seni pesanti e labbra rosse e la giacca a vento

Oh ! Marta io ti ricordo così
il tuo sorriso e i tuoi capelli fermi come il lago
Lugano addio cantavi
mentre la mano mi tenevi
“Canta con me”
Tu mi dicevi ed io cantavo
di un posto che
non avevo visto mai

Tu, tu mi parlavi di frontiere
di finanzieri e contrabbando
mi scaldavo ai tuoi racconti

“Eh mio padre sì,” Tu mi dicevi,
“Quassù in montagna ha combattuto !”
Poi del mio mi domandavi

Ed io pensavo a casa
mio padre  fermo sulla spiaggia
le reti al sole i pescherecci in alto mare
conchiglie e stelle
le bestemmie e il suo dolore

Oh ! Marta io ti ricordo così
il tuo sorriso e i tuoi capelli fermi come il lago

Lugano addio cantavi
mentre…

View original post 39 altre parole

Emma Marrone

In CantaPoeti, Musica leggera, Video on 26 marzo 2013 at 18:23

tt10392708fltt.gif

Amami

La notte porta via il dolore
mi accompagna questa musica
mi muovo col tuo odore
bello come chi non se lo immagina
aspetta qui e lasciami fare
spegni ad una ad una anche le stelle
al buio sotto voce si dicono le cose più profonde
ed io mi sento bella come non mai
come questo sole che ci illumina

Amami come la terra, la pioggia, l’estate
amami come se fossi la luce di un faro nel mare
amami senza un domani senza farsi del male
ma adesso amami dopo di noi c’è solo il vento
e porta via l’amore

Cancello con i tuoi occhi le mie fragilità
rivivo nei tuoi sensi le voglie e la paura
l’istinto di chi poi non se lo immagina
la bellezza di chi ride e volta pagina
e conservo ad una ad una anche le stelle
le tengo fra le mani le conto sulla pelle
e bocca contro bocca e sono l’unica
sotto questo cielo che ci illumina

Amami come la terra, la pioggia, l’estate
amami come se fossi la luce di un faro nel mare
amami senza un domani senza farsi del male
ma adesso amami dopo di noi c’è solo il vento
e porta via l’amore

E tutto quello che resta
sono sogni incollati fino a dentro le ossa
e abbiamo appeso le ali
viaggiamo dentro ai ricordi e poi restiamo da soli
ma amami e dammi le mani le mani le mani le mani
amami
amami senza un domani senza farsi del male
ma adesso amami dopo di noi c’è solo il vento
che porta via l’amoreUno Notizie.it

IL NUOVO DISCO

Schiena

1. Amami
2. La mia felicità
3. Dimentico tutto
4. Ma che vita fai
5. Trattengo il fiato
6. 1 2 3
7. In ogni angolo di me
8. L’amore non mi basta
9. Se rinasci
10. Chimera
11.Schiena

emma marrone-schiena-cover.jpg

In Senza categoria on 20 marzo 2013 at 15:13

The Beatles

In Musica leggera, Video on 18 marzo 2013 at 14:44

Museo Beatles.2

Museo Beatles

The Beatles

 Live

English: Paul McCartney, George Harrison and J...

English: Paul McCartney, George Harrison and John Lennon during a Beatles performance for Dutch television Nederlands: Paul McCartney, George Harrison and John Lennon tijdens een Beatlesoptreden voor de Nederlandse televisie. Hrvatski: Paul McCartney, George Harrison i John Lennon tijekom Beatles performansa za nizozemsku televiziju.

English: Photograph of The Beatles as they arr...

English: Photograph of The Beatles as they arrive in New York City in 1964 Français : Photographie de The Beatles, lors de leur arrivée à New York City en 1964 Italiano: Fotografia dei Beatles al loro arrivo a New York City nel 1964

Don't Let Me Down (The Beatles song)

Don’t Let Me Down (The Beatles song)

English: Screenshot of The Beatles from the U....

English: Screenshot of The Beatles from the U.S. trailer for the film Help!

In Senza categoria on 18 marzo 2013 at 14:26

Riccardo Cocciante: Poesia

In CantaPoeti, Musica leggera, Testi di canzone di Cresy Crescenza Caradonna, Video on 15 marzo 2013 at 16:40

Poesia

Io e Lei

( La poesia)

di Cresy Crescenza Caradonna

Io e Lei

da Cresy Crescenza Caradonna  16 maggio 2011

La finestra è chiusa

un filo di luce filtra

ha un colore diverso

..

incrocio i pensieri con le parole

la mia mano sottile

si anima fino a farmi male

..

parla una poesia

come un chiacchiericcio incessante

un dolce sentire sottolineato dai miei liberi mondi

su quei candidi fogli bianchi

…..

io e lei

mi afferra appassionata

scivola mollemente sui miei pensieri

avvolta dal suo manto

vociare incessante

della mia seconda pelle.

Cresy Crescenza Caradonna

Tutti i Diritti Riservati

Inedita copyright2011

” Dolce Papa ”
Pubblicata sull’ Antologia
” Se sbaglio mi corrigerete ” Edizione Ursini
 

In Senza categoria on 13 marzo 2013 at 17:45

Haiku Japanese Poetry

 BENVENUTI

Ryuichi Sakamoto

Lost child

View original post

In Senza categoria on 13 marzo 2013 at 10:41

Fabri Fibra

In Musica leggera, Video on 10 marzo 2013 at 19:50

Guerra e pace

Guerra e pace (Felice Berardinone)

GUERRA E PACE

‹Guerra ›

diCresy Crescenza Caradonna

SU:

Cresy Caradonna’s Blog Scrittrice

http://cresycaradonna.wordpress.com/2010/09/11/guerra/

classifiche

GRAZIE!♥

Noemi

In CantaPoeti, Musica leggera, Video on 10 marzo 2013 at 18:50

 

In un giorno qualunque

In un giorno qualunque 
a Milano io e te 
il rumore della pioggia 
ci faceva stringere 
In un giorno qualunque 
me l’avevi promesso 
io ci avevo creduto 
e ci credo anche adesso

Era un giorno qualunque 
era un giorno diverso 
quando ti ho conosciuto davvero 
quando forse ti ho perso

E all’improvviso sento 
che il cuore mio si è spento 
mi chiedo come hai fatto 
ad inventarti tutti 
All’improvviso piangerò, 
finché sei qui non lo farò 
non sarò il tuo tormento 
mi tengo ciò che sento

In un giorno qualunque 
credevo mi amassi 
io cammino da sola 
tu ritorni sui tuoi passi 
Dentro un giorno qualunque 
dentro un giorno importante 
la tua parte migliore 
l’hai perduta per sempre

E all’improvviso sento 
che il cuore mio si è spento 
mi chiedo come hai fatto 
ad inventarti tutto 
All’improvviso piangerò, 
finché sei qui non lo farò 
non sarò il tuo tormento 
mi tengo ciò che sento

Cambiando convinzioni 
ritorno alle abitudini 
di ieri, di sempre, per sempre 
Cambiando convinzioni 
ritorno alle abitudini 
di ieri, di sempre, per sempre

E all’improvviso sento 
che il cuore mio si è spento 
mi chiedo come hai fatto 
ad inventarti tutto 
All’improvviso piangerò, 
finché sei qui non lo farò 
non sarò il tuo tormento 
mi tengo ciò che sento

In un giorno qualunque 
a Milano io e te 
il rumore della pioggia 
ci faceva stringere

Cresy@

Cresy@

In Senza categoria on 8 marzo 2013 at 09:06

Crescenza Caradonna's Blog

Occhi blu
di Cresy@

Occhi blu

Occhi azzurri tu piccino mio
ti abbraccio ti riabbraccio nel profondo blu
sei l’amore l’universo mio
occhi azzurri tu piccino mio.

Quanto amore ti darò
quanto sole tu vedrai
quanti baci tu avrai
dolce stella del mio ciel.

Ti risvegli sorridente
ogni giorno cerchi me
accanto a te io ci sarò
sempre sempre ti vo
rrò.

Occhi azzurri tu piccino mio
sconfinato grande uomo mio
ti abbraccio ti riabbraccio nel profondo blu

Quanto amore ti darò
quanto sole tu vedrai
dolce stella del mio cuore.

Testo della canzone “Occhi blu “
di Cresy CrescenzaCaradonna

Copyright©2010 Inedita
Tutti i diritti riservati

Info ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezio

ne II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza il consenso dell’Autore.

View original post

In Senza categoria on 7 marzo 2013 at 17:51

Crescenza Caradonna's Blog

 

 Mistero

Risveglio lo spirito misterioso
la mia ragion d’esistere
quel demone capriccioso
che danza nella mia poesia

abita nei versi
sonori all’ascolto
di un’incessabile
inconfessabile
voglia di donarsi

pulsa nel mio petto
in nome dell’arte sopita
lotta con la ragione
sveglia il sangue brucia e prosciuga

é l’alba risveglio del mio viaggio
vertigine di quel vuoto
di malinconico stupore

mi avventuro
dimoro sgomenta
nell’infinito splendore
voce del mio canto d’amore
fuoco nelle mani d’insostenibile leggerezza

amore e morte
stessa anima
stesso mistero
meraviglia di lucida follia.

1 marzo 2012 @ 

DI Cresy Crescenza Caradonna
Copyright©2011 Inedita
 Foto di Rosy B.

 Omaggio a

Lucio Dalla

Musica e Poesia
Genio e Sregolatezza
Follia e Ragione
Fragilità e DeterminazioneCresy @Crescenza

Vasco Rossi

La notizia corre in rete, passa di bocca in bocca…è morto Lucio Dalla… Stroncato da un infarto, se ne è andato nel sonno..
Non siamo mai pronti a…

View original post 278 altre parole

«L’amore è una cosa semplice» di Tiziano Ferro

In CantaPoeti, Musica leggera on 7 marzo 2013 at 16:45

Il  video di Tiziano Ferro girato a Bari

«L’amore è una cosa semplice»

Ho un segreto 

Ognuno nè ha sempre uno dentro

 Ognuno lo ha scelto o l’ha spento

 Ognuno volendo e soffrendo  

 

I have a segret

Everyone has always one of them inside

Everyone has chosen it and put it out

Everyone wanting and suffering

di

Cresy Crescenza Caradonna
 
Bari
Cresy@
 

GRAZIE
😉

siti

In Senza categoria on 7 marzo 2013 at 08:21

Alessandra Amoruso: Stella incantevole

In CantaPoeti, Musica leggera, Video on 5 marzo 2013 at 18:09

Il cammino di una stellaby Cresy@

Il cammino di una stella
by Cresy@

Stella incantevole

Se puoi ora parlami
Coi tuoi occhi lucidi
Io chiedo te
Vai via in un attimo
La mia vita è in bilico
Ma io chiedo te
Stella incantevole
Brilla perla tra le lacrime
Torna.

E sei male liquido
che fa un dolce livido
Ma io chiedo te
Stella incantevole
Brilla rugiada tra le orbite
Torna che mi manchi e mi sembra impossibile
Stella.

Stella incantevole
Brilla perla tra le lacrime
Torna che mi manchi e mi sembra impossibile
Stella torna qui da me
Vivi che io muoio insieme a te
Stella.

Se puoi ora ascoltami
Coi miei occhi lucidi.
Io prego Te.

Il cammino di una stella

diCresy Crescenza Caradonna


SU:

Cresy Caradonna’s Blog Scrittrice

http://cresycaradonna.wordpress.com/2011/12/02/il-cammino-di-una-stella/

Cigno nero

In Musica leggera, Video on 5 marzo 2013 at 08:52

 

Cigno nero

Fedez –  Francesca Michielin

Il tuo cuore batte a tempo
ritmo nuovo mai sentito
e da quel poco che lo ascolto
è già il mio pezzo preferito
mangio merda da vent’anni
ma non perdo l’appetito
e poi mi fanno pure fare
la scarpetta con il dito
labbra al gusto di fumo
mischiate col Pampero
rende la testa pesante
ma il cuore più leggero
e tu sei il cigno nero
stanco di seguire il branco
il cuore grande quanto il sole
ma freddo come il marmo
né giovani nè grandi
nel cuore piove grandine
stasera niente alcol
voglio bere le mie lacrime
una crepa sopra il petto
che diventa una voragine
al quale non puoi fare
le iniezioni di collagene
io sono senza scrupoli
e tu sei senza carattere
togliamoci i vestiti
ma teniamoci le maschere
se mi fissi bene
non vedrai i miei occhi sbattere
chi sogna ad occhi aperti
perde l’uso delle palpebre

La lacrima che brucia
il vento la consuma
il nero che mi sporca
tanto poi si lava
e tutto ciò che ho perso
io lo perdo ancora
mi tengo dentro il vuoto
che di te mi resta

E a cosa servirebbe
dirci che ci siamo amati
tanto quando esce il disco
ci saremo già lasciati
godiamoci il momento
perché prima o poi finisce
l’amore spesso prende
ma poi non restituisce
io sto ancora aspettando il cuore
che gli ho dato in prestito
se la vita insegna
io sono un alunno pessimo
è come se facessimo una gara
è un inizio lungo
ma alla fine non è poi così lontana
già, sei bella e dannata
la metà mancata di una mela avvelenata
e io cerco il sollievo in una dose di veleno
come chi è stato allattato
da chi ha le serpi in seno
con la consapevolezza
che non c’è certezza
vieni stammi vicina,
sì ma a distanza d’insicurezza
io ti ho dato un dito
invece tu mi hai preso il cuore
e sono sempre stato incline
agli sbalzi d’amore
La lacrima che brucia
il vento la consuma
il nero che mi sporca
tanto poi si lava
e tutto ciò che ho perso
io lo perdo ancora
mi tengo dentro il vuoto
che di te mi resta

E il tuo nome è stato scritto a matita
per poterti cancellare una volta finita
tra me e te sai
sei l’errore più bello della mia vita
il tuo nome è stato scritto a matita
per poterti cancellare una volta finita
tra me e te sai
sei l’errore più bello della mia vita

La lacrima che brucia
il vento la consuma
il nero che mi sporca
tanto poi si lava
e tutto ciò che ho perso
io lo perdo ancora
mi tengo dentro il vuoto
che di te mi resta.

 

 

diCresy Crescenza Caradonna

In Senza categoria on 4 marzo 2013 at 16:26

Crescenza Caradonna's Blog

 FOTO di IULIAN – BARCELONA –
 

(1983)

 Canta:

Toquinho

Sopra un foglio di carta lo vedi
chi viaggia un treno sono tre buoni amici
che viaggiano e parlano piano
da un’America all’altra è uno scherzo
ci vuole un secondo
basta fare un bel cerchio
ed ecco che hai tutto il mondo
un ragazzo cammina cammina
arriva ad un muro
chiude gli occhi un momento
a davanti si vede il futuro già.

E il futuro è un’astronave
che non ha tempo ne pietà
va su Marte va dove vuole
niente mai lo sai la fermerà
se ci viene incontro non fa rumore
non chiede amore e non ne da

Continuiamo a suonare
lavorare in città
noi che abbiamo un po’ paura
ma la paura passerà
siamo tutti in ballo siamo sul più bello
in un acquarello che scolorirà
che scolorirà.

Sopra un foglio di carta
lo vedi il sole è…

View original post 338 altre parole

La musica rende migliori

In Riflessioni e Poesie on 4 marzo 2013 at 15:14
La musica rende miglioriDi Crescenza Caradonn

La musica rende migliori
D Cresy Crescenza Caradonn

La musica rende migliori

«L’origine divina della musica ci rende migliori» , non è certo una novità il fatto che la buona musica abbia un’influenza positiva sulla psiche realtà sperimentata dalla musicoterapia, diffonderla maggiormente nelle scuole, negli uffici , negli ospedali dovunque  perchè ascoltare musica, la buona e bella musica  influenza positivamente la realtà del quotidiano.

di Cresy Crescenza Caradonna©

«Mama Afrika oggi avrebbe compiuto 81 anni»

In Musica leggera, Video on 4 marzo 2013 at 11:35

81° ANNIVERSARIO DELLA NASCITA

81° anniversario della nascita di Miriam Makeba

«Mama Afrika oggi avrebbe compiuto 81 anni»
E' morta nel 2008 a Castel Volturno
La grande cantante sudafricana e' morta nella
notte fra il 9 e il 10 novembre 2008 per un
attacco cardiaco a Castel Volturno.
Poche ore prima aveva partecipato con Roberto
Saviano a un concerto contro la camorra, che
pochi mesi prima aveva ucciso sei immigrati africani.
 

 

 La cantante  attivista per i diritti civili.

Makeba nasce a Johannesburg il 4 marzo 1932. Nel 1960, il governo sudafricano cancellato il suo passaporto per impedirle di tornare alla sua casa dai suoi viaggi all’estero. Tornò dopo la liberazione di Nelson Mandela nel 1990.

Inizialmente ha cantato jazz, ma in seguito divenne un esponente di quello che divenne noto come “world music”. Si è esibita con artisti come Harry Belafonte, Paul Simon e Hugh Masekela, il suo primo marito. Tra gli altri mariti Stokely Carmichael, uno dei leader del movimento americano delle Pantere Nere.

Nel 1962, si è esibita alla festa di compleanno del presidente John F. Kennedy.

Makeba morì in Italia nel 2008 durante una performance di Roberto Saviano, l’autore di Sodoma e Gomorra, che vive in clandestinità dopo aver scritto in merito alle attività della mafia napoletana, la Camorra.

Cresy
Cresy

Miriam Makeba
Pata Pata
Tribute to Miriam Makeba

Tribute to Miriam Makeba (Photo credit: jankie)

Chopin Prelude No 4

In Musica Classica, Video on 3 marzo 2013 at 15:07

Chopin – Prelude No 4

In Senza categoria on 3 marzo 2013 at 14:38
ITALIANI IN GUERRA

Le guerre degli italiani dal risorgimento ai giorni nostri

massimogelmini.it

Come è concepibile una società che non sia una relazione di persone? Questa implica una società che non avrebbe l'individuo come sua unità. Ma in una società del genere, come può essere possibile la vita economica se nè la cooperazione nè lo scambio - entrambe relazioni personali tra individui - possono avere spazio in essa? (Karl Polanyi)

Pina Chidichimo

Basilicata Terra Da Amare

Carolina & Andrea

L'inizio del nostro viaggio...

Irresistibili

almeno per me

International Chamber Music Festival

LAGO DI GARDA | CULTURA IN MUSICA LIMES

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: