Crescenza Caradonna (Cresy)

Via della povertà – De André /De Gregori/Dylan

In CantaPoeti, Musica leggera on 28 maggio 2014 at 16:01

10325328_846677258693189_2727003690628228494_n

 

 

1974 ♫

 Via della povertà 

Testo italiano Fabrizio De André e Francesco De Gregori

Testo e Musica di Bob Dylan



Autori: di “Via della Povertà” De André /De Gregori/Dylan


tt10387266fltt.giftt10387266fltt.gif

Via della povertà 
(versione  anni “80) 

Il Salone di bellezza in fondo al vicolo 
è affollatissimo di marinai 
prova a chiedere a uno che ore sono 
e ti risponderà “non l’ho saputo mai”. 


Le cartoline dell’impiccagione 
sono in vendita a cento lire l’una 
il commissario cieco dietro la stazione 
per un indizio ti legge la sfortuna 
e le forze dell’ordine irrequiete 
cercano qualcosa che non va 
mentre io e la mia signora ci affacciamo stasera
su via della Povertà.


Signorile sembra così facile 
ogni volta che sorride ti cattura 
ricorda proprio Bette Davis 
con le mani appoggiate alla cintura. 
Arriva Lombardi trafelato 
e le grida “la sinistra sei tu!” 
ma qualcuno gli dice di andar via 
perché ormai non esiste piu’
e l’unico suono che rimane 
quando l’ambulanza se ne va 
è Signorile che spazza la strada 
in via della Povertà.



Mentre l’alba sta uccidendo la luna 
e le stelle si son quasi nascoste 
la signora che legge la fortuna 
se n’è andata in compagnia dell’oste. 
Ad eccezione di Abele e di Caino 
tutti quanti sono andati a far l’amore 
aspettando che venga la pioggia 
ad annacquare la gioia ed il dolore 
e il Cardinal Marcinkus
sta affilando la sua pietà 
se ne andrà a far la questua stasera 
in via della Povertà.



Al Quirinale sono disperati 
Sandro Pertini è diventato vecchio 
e Andreatta piange sconcertato 
vedendo Craxi che ride nello specchio. 


Sofia è dietro la finestra 
tutti quanti le hanno detto che è bella 
non ha ancora 53 anni 
e mai nessuno l’ha chiamata zitella 
la sua fuga sarà molto romantica 
trasformandosi in oro se ne andrà 
si è stufata di andare avanti e indietro
in via della Povertà.



Mongolfini travestito da pallone 
ha nascosto i suoi appunti in un baule 
è passato di qui un’ora fa 
diretto verso l’ultima Thule, 
sembrava così timido e impaurito 
quando ha chiesto di fermarsi un po’ qui 
ma poi ha cominciato a fumare 
e a recitare l’A B C 
ed a vederlo tu non lo diresti mai 
ma era famoso qualche tempo fa 
per suonare il violino elettrico 
in via della Povertà.



Ci si prepara per la grande festa 
c’è qualcuno che comincia ad aver sete 
Woityla ha gettato la ghiara
si è travestito in abiti da prete 
sta ingozzando a viva forza Berlinguer
per punirlo della sua frugalità
lo ucciderà parlandogli d’amore 
dopo averlo avvelenato di pietà 
e mentre Woityla grida 
4 suore si son spogliate già 
Berlinguer sta per essere violentato 
in via della Povertà.



E bravo Carboni mattacchione 
il paese sta affondando nella merda
e gli Anarchici tutti annegati
e il capitano grida “ce ne stanno ancora”, 
e Agnelli e Indro Montanelli 
fanno a pugni nella torre di comando 
i suonatori di calipso ridono di loro 
mentre il cielo si sta allontanando 
e affacciati alle loro finestre nel mare 
tutti pescano garofani e lillà 
e nessuno deve più preoccuparsi 
di via della Povertà.



Il tuo articolo l’ho letto proprio ieri 
ci hai messo dentro tutto quel che sai
ma non essere ridicolo 
non chiedermi “come stai”, 
questa gente di cui mi vai parlando 
è quasi gente come tutti noi 
non mi sembra che siano mostri 
e né tanto meno eroi 
e non mandarmi altre bozze da correggere
nessuno ti risponderà 
se non provi a spedirmi i tuoi articoli
da via della Povertà.


 

fdavpov1

fdavpov2

fdavpov2

Annunci

Commenta con rispetto... GRAZIE...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Siogiovanni

Sono come sono , una persona libera ...

idroclub.wordpress.com/

Sport in libertà

donnenellastoria by Paola Chirico

Le donne per capirle bisogna leggerle!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: