Crescenza Caradonna (Cresy)

Archive for febbraio 2016|Monthly archive page

Fiori di primavera

In Senza categoria on 23 febbraio 2016 at 16:34

‘Vico San Marco’ di Cresy@Crescenza

In Pensieri on 15 febbraio 2016 at 18:35

Premessa
Il vissuto dei tuoi avi rimane sempre in te è incancellabile ti scorre nelle vene rosso come il sangue che fa battere il tuo cuore legato ai fili invisibile della tua anima.
Cresy Crescenza Caradonna
‪#‎cresycrescenza‬ ‪#‎pensieri‬



DEDICATA A Bari Vecchia

“Vico San Marco”

Vico San Marco
profumo di ragù
lindi i ciottoli
bassi gli archi

antica città marinara
emerge dal profondo
quanta storia trasudano i muri

nonna ricorda il vico San Marco
babbo evoca lì il suo primo vagito
io evoco i loro ricordi
tra queste feconde parole di un passato mai vissuto

quel vico San Marco
diventa realtà lo assaporo lo cerco ora lo vedo
i miei occhi s’illuminano di gocce cristalline
si rispecchiano i miei avi
la nonna
il babbo
e chissà quel piccolo pargolo che già scalcia impaziente nel ventre
in quel  vico San Marco dove tutto è iniziato
dove già un’altro virgulto di vagito sorriderà alla vita
nel continuare ad essere orgoglioso della mia terra, sua terra,

così calda
arsa dal sole
bagnata dal mare
culla profonda di un sud che non morirà mai.@

di Crescenza detta Cresy Caradonna


Bari - Chiesa di San Marco dei Veneziani.JPG

Chiesa di San Marco dei Veneziani presso il centro storico di Bari 

Nella/La Borsa di una donna -Simili-

In Musica leggera on 14 febbraio 2016 at 17:41

Cresy

Nella/La Borsa di una donna

Nella Borsa di una donna
di Giorgio Faletti
Basta il gioco di uno scatto
o il fruscio di una cerniera
e la mano che s’ infila si ritrova prigioniera
come presa a tradimento
dallo spazio immenso
da quel mondo immerso che c’è
nella borsa di una donna.
 
Ci vuol tempo per cercare
Perchè niente è mai uguale a quel che era
perchè serve qualche istante quando c’è una vita intera
che va estratta in un momento
dallo spazio immenso
da quel mondo immerso che c’è
nella borsa di una donna.
 
Che sarà
se nell’ orlo disfatto di quel fazzoletto
una lacrima è umida ancora
che sarà
se la chiave di casa è ancora sorpresa
dal tuo uomo e un’ amica nel letto
c’ è un rossetto per un bacio a un amore perduto
o a un amore che fra breve dovrebbe arrivare
è una tinta che si intona al colore di una gonna
nella borsa di una donna.
 
Ci vuol poco per sbagliare
che la fretta è cattiva consigliera
ma gioco di uno scatto
o il fruscio di una cerniera
resta presa nel cemento
dallo spazio immenso
da quel mondo immerso che c’è
nella borsa di una donna.
 
Che sarà
se nell’ orlo disfatto di quel fazzoletto
una lacrima è umida ancora
che sarà
se la chiave di casa adesso è cambiata
però dormi da sola nel letto
c’ è un rossetto per un bacio a un amore mai nato
o a un amore che per tanto si è fatto aspettare
è una tinta che si intona al colore di una gonna
nella borsa di una donna.
————————————————-
———————————————–
La borsa di una donna
Cantata da Noemi Sanremo 201
di M. Adam – A. Iammarino – M. Masini – M. Adami – A. Iammarino
 
La borsa di una donna pesa come se ci fosse la sua vita dentro
Tra un libro che non vuole mai finire ed altri trucchi per fermare il tempo
C’è la sua foto di un anno fa che ha messo via perché non si piaceva
Ma a riguardarla adesso si accorge che era bella ma non lo capiva
La borsa di una donna riconosce le sue mani e solo lei può entrare
Nascosto in una tasca c’è quel viaggio che è una vita che vorrebbe fare
Milioni di scontrini, l’inutile anestetico del suo dolore
E stupidi sensi di colpa per quel desiderio di piacere
E se ci trovasse quei giorni
Di carezze fra i capelli
Lei per due minuti soli
Pagherebbe mille anni
Anni spesi per ritrovare
Le cose che qualcuno è riuscito a smarrire
La voglia di sorridere, di perdonare
La debolezza di essere ancora
Come la vogliono gli altri
La borsa di una donna non si intona quasi mai con quel che sta vivendo
Nasconde il suo telefono gelosa di qualcuno che la sta chiamando
Vicino alle sue chiavi la solita ossessione di scordarle ancora
E in quel disordine apparente la paura di restare sola
La borsa di una donna che può rivelare i suoi segreti in un momento
E forse nella tua distrattamente la sua vita c’è rimasta dentro
Tu che pensavi che ci fosse rimasto un po’ di spazio per un altro amore
Invece nella borsa di una donna non c’è posto per dimenticare, dimenticare…
E vai dove ti porta il cuore, si…
Un ritaglio dentro la patente
Ci sei stata mille volte ma
Non ci hai mai trovato niente
Niente che ti aiuti a capire
Il senso di una sera che non sa meravigliare
Il senso del tuo ricordare e progettare
Scordandoti di vivere adesso
Adesso che si alza un vento che spazza le nuvole
E che si porta via gli inverni
La polvere, i dubbi e i miracoli
Aspettati mille anni
Anni spesi per ritrovare
Le cose che qualcuno è riuscito a smarrire
La voglia di sorridere, di perdonare
La debolezza di essere ancora
Come ti vogliono gli altri
La borsa di una donna pesa come se ci fosse la mia vita dentro
 
Un articolo può cambiare il senso di un testo?
Nella borsa di una donna dell’artista poliedrico Giorgio Faletti.
La borsa di una donna della cantante Noemi.
Simili? Sì,troppo!
———————————–Cresy

Arcobaleno sulle note

In Graphic design by AracCresy, Musica leggera, Riflessioni e Poesie on 10 febbraio 2016 at 07:08

Arcobaleno sulle note

 

Scrittrice Poetessa BloggerのCresyのCrescenza ha condiviso il tuo post.

 

Per i diritti civili
perché non esistano più cittadini di serie “B”!

Arcobaleno sulle note

🎶🌈🎶🌈🎶🌈🎶🌈🎶🌈🎶🌈🎶🌈🎶

 perché Sanremo è di tutti!

Maria Teresa Infante

"Mi lasciai dove avrei avuto tempo per pensare e attesi il fiato grosso del maestrale"

Vacanze in Abruzzo

Dall'Adriatico al Gran Sasso....in un attimo, tutto!

Notizie, eventi, cultura e sport

Giornale on-line di informazione indipendente. Supplemento a Speciale Sport ACSI

IL PULCINO AZZURRO

In ogni caos c'è un cosmo. In ogni disordine un ordine segreto. (Carl Gustav Jung)

Home.blog

Appalachia + AGI + Automattic

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: