Crescenza Caradonna (Cresy)

Posts Tagged ‘Testi di Canzone’

Sempre e per sempre – di Francesco De Gregori

In CantaPoeti, Musica leggera on 3 marzo 2017 at 07:33

 

Fabrizio De Andrè


“Sempre e per sempre,

dalla stessa parte, mi troverai.”

Francesco De Gregori

  ‘Sempre e per sempre’

Pioggia e sole 
cambiano 
la faccia alle persone.
Fanno il diavolo a quattro nel cuore e passano 
e tornano 
e non la smettono mai.

Sempre e per sempre tu 
ricordati 
dovunque sei, 
se mi cercherai. 

Sempre e per sempre 
dalla stessa parte mi troverai 
Ho visto gente andare, perdersi e tornare 
e perdersi ancora 
e tendere la mano a mani vuote 
E con le stesse scarpe camminare 
per diverse strade 
o con diverse scarpe 
su una strada sola.

Tu non credere 
se qualcuno ti dirà 
che non sono più lo stesso ormai .

Pioggia e sole abbaiano e mordono 
ma lasciano, 
lasciano il tempo che trovano.

E il vero amore può 
nascondersi, 
confondersi 
ma non può perdersi mai: 

Sempre e per sempre 
dalla stessa parte mi troverai 
Sempre e per sempre 
dalla stessa parte mi troverai.

Francesco De Gregori

Francesco De Gregori


Annunci

“Mango” l’artista del sud di CresyCrescenza Caradonna

In CantaPoeti, Musica leggera, Poesia on 8 dicembre 2014 at 08:01

😃


“L’amore è invisibile”


 

Perché ogni nebbia ha il suo bisogno di acqua e tu sei acqua nella mia nebbia…
Nel mio romanzo semi aperto tu sei il volo che forse ho ancora da fare
Perché ogni sabbia ha il suo bisogno di mani e tu sei sabbia tra le mie dita
Nei miei discorsi paralleli alla luna non ho più molto da dire…tu sai bene cos’è,tu sai bene cos’è per favorire ogni scusa ogni frase a cui pensi per me ..l’amore è un’ombra che si trascina in me e non si sazia mai di te ,l’amore é invisibile…questa è la vista dalla mia finestra e tu …tu dove sei,tu dove sei?tu dove sei?
L’amore non ha un posto,non ha catene e un’espressione del mio viverti per guardarti nel cuore e apri bene le tue mani così ti sposo,nelle parole c’é sempre un fiato da respirare tu sai bene cos’è quel mio sentirti come la tua ombra che cerca un muro in controluce con quel mio sole per te…
L’amore è un’ombra che si nasconde in me e non si sazia mai di te l’amore è invisibile …questa è la vista dalla mia finestra e tu …tu non ci sei,tu non ci sei,tu non ci sei…tu sai bene cos’è ,tu sai bene cos’é …
L’amore è invisibile
L’amore è invisibile
L’amore è invisibile

MANGO

 

“Mango l’artista del sud”

Oggi 12/12/2014 un grande artista MANGO è volato in cielo, è morto durante un concerto a Matera. 

Un artista immenso che amava il suo sud a tal punto di restare ostinatamente sempre e comunque meridionale molti nel mondo  dello spettacolo dovrebbero riflettere.@


‘A SUD’


Rude terra mia
germogli tra le zolle

sono sparsi nell’etere
fino a toccarne l’anima bella
di chi ne recepisce il senso emozionale

lacrimoso sud
bistrattato frustato umiliato
lì dove l’amore evanescente si leva immenso
diretto ai puri di cuore.

A sud
volo a sud
è
radice
senza tempo
di una essenza senza fine. @
di 
Crescenza Caradonna



 

♥ Domenico Modugno♥

In CantaPoeti, Musica leggera, Video on 6 agosto 2014 at 18:28

♥DOMENICO MODUGNO

 

English: Domenico Modugno at the 1958 Eurovisi...

English: Domenico Modugno at the 1958 Eurovision Song Contest in Hilversum Nederlands: Domenico Modugno

 

 

NEL BLU DIPINTO DI BLU

Penso che un sogno così
non ritorni mai più,
mi dipingevo le mani
e la faccia di blu,
poi d’improvviso venivo
dal vento rapito,
e incominciavo a volare
nel cielo infinito.

Volare oh oh
cantare oh oh oh,
nel blu dipinto di blu,
felice di stare lassù,
e volavo volavo
felice più in alto del sole
ed ancora più sù,
mentre il mondo
pian piano spariva laggiù,
una musica dolce suonava
soltanto per me.

Volare oh oh
cantare oh oh oh
nel blu dipinto di blu
felice di stare lassù.

Ma tutti i sogni
nell’alba svaniscon perchè,
quando tramonta la luna
li porta con se,
ma io continuo a sognare
negl’occhi tuoi belli,
che sono blu come un cielo
trapunto di stelle.

Volare oh oh
cantare oh oh oh,
nel blu degl’occhi tuoi blu,
felice di stare qua giù,
e continuo a volare felice
più in alto del sole
ed ancora più su,
mentre il mondo
pian piano scompare
negl’occhi tuoi blu,
la tua voce è una musica
dolce che suona per me.

Volare oh oh
cantare oh oh oh
nel blu degl’occhi tuoi blu,
felice di stare qua giù,
nel blu degl’occhi tuoi blu,
felice di stare qua giù
con te..

articoli correlati:SU:

 

Cresy Caradonna’s
Blog Scrittrice

IL RUMORE DELLE PAROLE


http://cresycaradonna.wordpress.com/2010/09/12/delfini/
http://cresycaradonna.wordpress.com/2013/01/11/delfini2

Crescenza Caradonna

 

Copyrigth@2013Cresy

 

 

Via della povertà – De André /De Gregori/Dylan

In CantaPoeti, Musica leggera on 28 maggio 2014 at 16:01

10325328_846677258693189_2727003690628228494_n

 

 

1974 ♫

 Via della povertà 

Testo italiano Fabrizio De André e Francesco De Gregori

Testo e Musica di Bob Dylan



Autori: di “Via della Povertà” De André /De Gregori/Dylan


tt10387266fltt.giftt10387266fltt.gif

Via della povertà 
(versione  anni “80) 

Il Salone di bellezza in fondo al vicolo 
è affollatissimo di marinai 
prova a chiedere a uno che ore sono 
e ti risponderà “non l’ho saputo mai”. 


Le cartoline dell’impiccagione 
sono in vendita a cento lire l’una 
il commissario cieco dietro la stazione 
per un indizio ti legge la sfortuna 
e le forze dell’ordine irrequiete 
cercano qualcosa che non va 
mentre io e la mia signora ci affacciamo stasera
su via della Povertà.


Signorile sembra così facile 
ogni volta che sorride ti cattura 
ricorda proprio Bette Davis 
con le mani appoggiate alla cintura. 
Arriva Lombardi trafelato 
e le grida “la sinistra sei tu!” 
ma qualcuno gli dice di andar via 
perché ormai non esiste piu’
e l’unico suono che rimane 
quando l’ambulanza se ne va 
è Signorile che spazza la strada 
in via della Povertà.



Mentre l’alba sta uccidendo la luna 
e le stelle si son quasi nascoste 
la signora che legge la fortuna 
se n’è andata in compagnia dell’oste. 
Ad eccezione di Abele e di Caino 
tutti quanti sono andati a far l’amore 
aspettando che venga la pioggia 
ad annacquare la gioia ed il dolore 
e il Cardinal Marcinkus
sta affilando la sua pietà 
se ne andrà a far la questua stasera 
in via della Povertà.



Al Quirinale sono disperati 
Sandro Pertini è diventato vecchio 
e Andreatta piange sconcertato 
vedendo Craxi che ride nello specchio. 


Sofia è dietro la finestra 
tutti quanti le hanno detto che è bella 
non ha ancora 53 anni 
e mai nessuno l’ha chiamata zitella 
la sua fuga sarà molto romantica 
trasformandosi in oro se ne andrà 
si è stufata di andare avanti e indietro
in via della Povertà.



Mongolfini travestito da pallone 
ha nascosto i suoi appunti in un baule 
è passato di qui un’ora fa 
diretto verso l’ultima Thule, 
sembrava così timido e impaurito 
quando ha chiesto di fermarsi un po’ qui 
ma poi ha cominciato a fumare 
e a recitare l’A B C 
ed a vederlo tu non lo diresti mai 
ma era famoso qualche tempo fa 
per suonare il violino elettrico 
in via della Povertà.



Ci si prepara per la grande festa 
c’è qualcuno che comincia ad aver sete 
Woityla ha gettato la ghiara
si è travestito in abiti da prete 
sta ingozzando a viva forza Berlinguer
per punirlo della sua frugalità
lo ucciderà parlandogli d’amore 
dopo averlo avvelenato di pietà 
e mentre Woityla grida 
4 suore si son spogliate già 
Berlinguer sta per essere violentato 
in via della Povertà.



E bravo Carboni mattacchione 
il paese sta affondando nella merda
e gli Anarchici tutti annegati
e il capitano grida “ce ne stanno ancora”, 
e Agnelli e Indro Montanelli 
fanno a pugni nella torre di comando 
i suonatori di calipso ridono di loro 
mentre il cielo si sta allontanando 
e affacciati alle loro finestre nel mare 
tutti pescano garofani e lillà 
e nessuno deve più preoccuparsi 
di via della Povertà.



Il tuo articolo l’ho letto proprio ieri 
ci hai messo dentro tutto quel che sai
ma non essere ridicolo 
non chiedermi “come stai”, 
questa gente di cui mi vai parlando 
è quasi gente come tutti noi 
non mi sembra che siano mostri 
e né tanto meno eroi 
e non mandarmi altre bozze da correggere
nessuno ti risponderà 
se non provi a spedirmi i tuoi articoli
da via della Povertà.


 

fdavpov1

fdavpov2

fdavpov2

Alex Britti

In CantaPoeti, Musica leggera, Riflessioni e Poesie on 5 settembre 2013 at 07:13

 

Alex Britti

Alex Britti  

ALEX BRITTI

Oggi sono io
E non so perché quello che ti voglio dire 
poi lo scrivo dentro una canzone 
non so neanche se l’ascolterai 
o resterà soltanto un’altra fragile illusione 
se le parole fossero una musica potrei suonare ore ed ore, 
ancora ore e dirti tutto di me 

Ma quando poi ti vedo c’è qualcosa che mi blocca 
e non riesco a dire neanche come stai 
come stai bene con quei pantaloni neri 
come stai bene oggi 
come non vorrei cadere in quei discorsi già sentiti mille volte 
e rovinare tutto 

come vorrei poter parlare senza preoccuparmi, 
senza quella sensazione che non mi fa dire 

che mi piaci per davvero anche se non te l’ho detto 
perché è squallido provarci solo per portarti a letto 
e non me ne frega niente se dovrò aspettare ancora
per parlarti finalmente 
dirti solo una parola ma dolce più che posso 
come il mare come il sesso 
finalmente mi presento 

E così, anche questa notte è già finita 
e non so ancora dentro come sei 
non so neanche se ti rivedrò 
o resterà soltanto un’altra inutile occasione 
e domani poi ti rivedo ancora… 

…e mi piaci per davvero anche se non te l’ho detto 
perché è squallido provarci solo per portarti a letto 
e non me ne frega niente se non è successo ancora 
aspetterò quand’è il momento e non sarà una volta sola 
ma spero più che posso che non sia soltanto sesso 
questa volta lo pretendo.. 

Preferisco stare qui da solo che con una finta compagnia 
e se davvero prenderò il volo aspetterò l’amore 
e amore sia 
e non so se sarai tu davvero o forse sei solo un’illusione 
però stasera mi rilasso, penso a te e scrivo una canzone 
dolce più che posso 
come il mare come il sesso 
questa volta lo pretendo 
perché oggi sono io, oggi sono io.

Cresy@

Cresy@

 

Cuore byCresy@

♥ Domenico Modugno♥

In CantaPoeti, Musica leggera, Video on 27 agosto 2013 at 19:27

♥DOMENICO MODUGNO

English: Domenico Modugno at the 1958 Eurovisi...

English: Domenico Modugno at the 1958 Eurovision Song Contest in Hilversum Nederlands: Domenico Modugno

 

 

NEL BLU DIPINTO DI BLU

Penso che un sogno così
non ritorni mai più,
mi dipingevo le mani
e la faccia di blu,
poi d’improvviso venivo
dal vento rapito,
e incominciavo a volare
nel cielo infinito.

Volare oh oh
cantare oh oh oh,
nel blu dipinto di blu,
felice di stare lassù,
e volavo volavo
felice più in alto del sole
ed ancora più sù,
mentre il mondo
pian piano spariva laggiù,
una musica dolce suonava
soltanto per me.

Volare oh oh
cantare oh oh oh
nel blu dipinto di blu
felice di stare lassù.

Ma tutti i sogni
nell’alba svaniscon perchè,
quando tramonta la luna
li porta con se,
ma io continuo a sognare
negl’occhi tuoi belli,
che sono blu come un cielo
trapunto di stelle.

Volare oh oh
cantare oh oh oh,
nel blu degl’occhi tuoi blu,
felice di stare qua giù,
e continuo a volare felice
più in alto del sole
ed ancora più su,
mentre il mondo
pian piano scompare
negl’occhi tuoi blu,
la tua voce è una musica
dolce che suona per me.

Volare oh oh
cantare oh oh oh
nel blu degl’occhi tuoi blu,
felice di stare qua giù,
nel blu degl’occhi tuoi blu,
felice di stare qua giù
con te..

articoli correlati:SU:

 

Cresy Caradonna’s Blog Scrittrice

IL RUMORE DELLE PAROLE

 


http://cresycaradonna.wordpress.com/2010/09/12/delfini/
http://cresycaradonna.wordpress.com/2013/01/11/delfini2

Crescenza Caradonna

 

Copyrigth@2013Cresy

 

 

 

SEI OTTAVI – Rino Gaetano

In CantaPoeti, Musica leggera, Video on 31 luglio 2013 at 13:55

emoticons natale (23)

 

 

ALCUNI VERSI 

Passava la notte
passavano le ore

la camera fredda
si scaldava d’amore

la luce discreta spiava
e le ombre inventava

mentre sul mare
una luna danzava

chi mi dirà buona notte
stanotte il mio Dio
la luna le stelle o forse io

Rino Gaetano

Rino Gaetano 

Bonjour/Ciao di Crescenza Caradonna

In CantaPoeti, Musica Classica, Testi di canzone di Cresy Crescenza Caradonna on 6 maggio 2013 at 16:25

Bonjour – Ciao

Soprano et Piano, CS223 No.2

SM-000183646

Bonjour - Soprano et Piano

Compositore
Santino Cara

Paroliere
Crescenza Caradonna

Cresy Crescenza Caradonna

Editore
Santino Cara

Genere
Classica / Opera
Strumentazione
Pianoforte, Soprano
Partitura per canto e pianoforte, parte da solo
Chiave
C major
Movimento (s)
1 a 1 di 1
Durata
3’34 “
Lingua
Francese
Difficoltà
Facilmente
Anno di composizione
2013

 Descrizione
Testo di
Cresy Crescenza Caradonna
  Musiche di Santino Cara
Dall’opera: “Deux Chansons Françaises versare Soprano et Piano” CS223
Composto di Roma, 2013

http://santinocara.musicaneo.com/sheetmusic/sm-183646_bonjour_-_soprano_et_piano_cs223_no_2.html

Testo e Traduzione di Crescenza Caradonna@

 

“Bonjour

Bonjour 
mots des poèmes d’amour solaires fermés 


bonjour 
est dans l’air d’un ciel sans nuages
​​d’été … 
J’essaie d’écrire une chanson 
à travers les tempêtes de l’âme bleu 


bonjour  
entre les notes d’un accord 
qui veut respirer musique 



bonjour 
entre les touches Blancs et Noirs
qui montent dans la douleur de la vie 


bonjour 
explose sans réponses 

yeux mouillés  


bonjour 
à vous chanson jamais écrite
dans une nuit d’amour.©

 

“Ciao”

Ciao
parole chiuse in solari versi d’amore

ciao
è nell’aria di un terso cielo estivo…
provo a scrivere una canzone
tra le tempeste azzurre dell’anima

ciao
tra le note di un accordo
che vuole respirare musica

ciao
tra i tasti bianchi e neri
che salgono nel dolore della vita


ciao
esplode senza risposta
negli occhi bagnati

ciao
a te canzone mai scritta
in una notte d’amore.©

 

Bonjour – Soprano et Piano, CS223 No.2

SM-000183646

Crescenza Caradonna

6 maggio 2013 @

Alessandra Amoruso: Stella incantevole

In CantaPoeti, Musica leggera, Video on 5 marzo 2013 at 18:09

Il cammino di una stellaby Cresy@

Il cammino di una stella
by Cresy@

Stella incantevole

Se puoi ora parlami
Coi tuoi occhi lucidi
Io chiedo te
Vai via in un attimo
La mia vita è in bilico
Ma io chiedo te
Stella incantevole
Brilla perla tra le lacrime
Torna.

E sei male liquido
che fa un dolce livido
Ma io chiedo te
Stella incantevole
Brilla rugiada tra le orbite
Torna che mi manchi e mi sembra impossibile
Stella.

Stella incantevole
Brilla perla tra le lacrime
Torna che mi manchi e mi sembra impossibile
Stella torna qui da me
Vivi che io muoio insieme a te
Stella.

Se puoi ora ascoltami
Coi miei occhi lucidi.
Io prego Te.

Il cammino di una stella

diCresy Crescenza Caradonna


SU:

Cresy Caradonna’s Blog Scrittrice

http://cresycaradonna.wordpress.com/2011/12/02/il-cammino-di-una-stella/

Cigno nero

In Musica leggera, Video on 5 marzo 2013 at 08:52

 

Cigno nero

Fedez –  Francesca Michielin

Il tuo cuore batte a tempo
ritmo nuovo mai sentito
e da quel poco che lo ascolto
è già il mio pezzo preferito
mangio merda da vent’anni
ma non perdo l’appetito
e poi mi fanno pure fare
la scarpetta con il dito
labbra al gusto di fumo
mischiate col Pampero
rende la testa pesante
ma il cuore più leggero
e tu sei il cigno nero
stanco di seguire il branco
il cuore grande quanto il sole
ma freddo come il marmo
né giovani nè grandi
nel cuore piove grandine
stasera niente alcol
voglio bere le mie lacrime
una crepa sopra il petto
che diventa una voragine
al quale non puoi fare
le iniezioni di collagene
io sono senza scrupoli
e tu sei senza carattere
togliamoci i vestiti
ma teniamoci le maschere
se mi fissi bene
non vedrai i miei occhi sbattere
chi sogna ad occhi aperti
perde l’uso delle palpebre

La lacrima che brucia
il vento la consuma
il nero che mi sporca
tanto poi si lava
e tutto ciò che ho perso
io lo perdo ancora
mi tengo dentro il vuoto
che di te mi resta

E a cosa servirebbe
dirci che ci siamo amati
tanto quando esce il disco
ci saremo già lasciati
godiamoci il momento
perché prima o poi finisce
l’amore spesso prende
ma poi non restituisce
io sto ancora aspettando il cuore
che gli ho dato in prestito
se la vita insegna
io sono un alunno pessimo
è come se facessimo una gara
è un inizio lungo
ma alla fine non è poi così lontana
già, sei bella e dannata
la metà mancata di una mela avvelenata
e io cerco il sollievo in una dose di veleno
come chi è stato allattato
da chi ha le serpi in seno
con la consapevolezza
che non c’è certezza
vieni stammi vicina,
sì ma a distanza d’insicurezza
io ti ho dato un dito
invece tu mi hai preso il cuore
e sono sempre stato incline
agli sbalzi d’amore
La lacrima che brucia
il vento la consuma
il nero che mi sporca
tanto poi si lava
e tutto ciò che ho perso
io lo perdo ancora
mi tengo dentro il vuoto
che di te mi resta

E il tuo nome è stato scritto a matita
per poterti cancellare una volta finita
tra me e te sai
sei l’errore più bello della mia vita
il tuo nome è stato scritto a matita
per poterti cancellare una volta finita
tra me e te sai
sei l’errore più bello della mia vita

La lacrima che brucia
il vento la consuma
il nero che mi sporca
tanto poi si lava
e tutto ciò che ho perso
io lo perdo ancora
mi tengo dentro il vuoto
che di te mi resta.

 

 

diCresy Crescenza Caradonna

♥ Domenico Modugno♥

In CantaPoeti, Musica leggera, Video on 22 febbraio 2013 at 15:58

♥DOMENICO MODUGNO

NEL BLU DIPINTO DI BLU

Penso che un sogno così
non ritorni mai più,
mi dipingevo le mani
e la faccia di blu,
poi d’improvviso venivo
dal vento rapito,
e incominciavo a volare
nel cielo infinito.

Volare oh oh
cantare oh oh oh,
nel blu dipinto di blu,
felice di stare lassù,
e volavo volavo
felice più in alto del sole
ed ancora più sù,
mentre il mondo
pian piano spariva laggiù,
una musica dolce suonava
soltanto per me.

Volare oh oh
cantare oh oh oh
nel blu dipinto di blu
felice di stare lassù.

Ma tutti i sogni
nell’alba svaniscon perchè,
quando tramonta la luna
li porta con se,
ma io continuo a sognare
negl’occhi tuoi belli,
che sono blu come un cielo
trapunto di stelle.

Volare oh oh
cantare oh oh oh,
nel blu degl’occhi tuoi blu,
felice di stare qua giù,
e continuo a volare felice
più in alto del sole
ed ancora più su,
mentre il mondo
pian piano scompare
negl’occhi tuoi blu,
la tua voce è una musica
dolce che suona per me.

Volare oh oh
cantare oh oh oh
nel blu degl’occhi tuoi blu,
felice di stare qua giù,
nel blu degl’occhi tuoi blu,
felice di stare qua giù
con te..

articoli correlati:SU:

Cresy Caradonna’s Blog Scrittrice

 RUMORE DELLE PAROLE


http://cresycaradonna.wordpress.com/2010/09/12/delfini/
http://cresycaradonna.wordpress.com/2013/01/11/delfini2

Crescenza Caradonna

Copyrigth@2013Cresy

Asaf Avidan: One Day

In CantaPoeti, Musica Classica, Video on 16 febbraio 2013 at 16:39
 Asaf AvidanDi Crescenza Caradonna

Asaf Avidan
Di Crescenza Caradonna

Testo
One Day

No more tears, my heart is dry
I don’t laugh and I don’t cry
I don’t think about you all the time
But when I do – I wonder why

You have to go out of my door
And leave just like you did before
I know I said that I was sure
But rich men can’t imagine poor.

One day baby, we’ll be old
Oh baby, we’ll be old
And think of all the stories that we could have told

Little me and little you
Kept doing all the things they do
They never really think it through
Like I can never think you’re true

Here I go again – the blame
The guilt, the pain, the hurt, the shame
The founding fathers of our plane
That’s stuck in heavy clouds of rain.

One day baby, we’ll be old
Oh baby, we’ll be old
And think of all the stories that we could have told.

 

Traduzione

Un giorno  

Non più lacrime, il mio cuore si è asciugato
io non rido e non piango
non penso a te tutto il tempo
ma qundo lo faccio – mi meraviglio del perchè

devi uscire dalla mia porta
e andare via proprio come facesti prima
so che di aver detto cdi essere sicura
ma i ricchi non riescono ad immaginarsi poveri

un giorno baby, saremo vecchi
Oh baby, saremo vecchi
e penseremo a tutte le storie che avremmo potuto raccontare

il piccolo me e la piccola te
continuano a fare tutte le cose che facevano
Loro non ci riflettono mai veramente
come io non riesco a pensarti vera (questa strofa potrebbe essere sbagliata)

eccomi ancora- la responsabilità
la colpa, il dolore, la ferita, la vergogna
l’ideatore del nostro piano
tutto questo è bloccato in pesanti nuvole di pioggia

un giorno baby, saremo vecchi
Oh baby, saremo vecchi
e penseremo a tutte le storie che avremmo potuto raccontare

Simone Cristicchi

In CantaPoeti, Musica leggera, Video on 14 febbraio 2013 at 17:48

Mi manchi

Mi manchi
come manca il mare a un’isola
come ad un bottone l’asola
come un mese a un calendario
e a un teatro il suo sipario
a una suora il suo rosario
come le ali a un aereoplano
l’altalena ad un bambino
la sua patria a un emigrato

Mi manchi
come l’ago ad un pagliaio
allo Yeti il suo ghiacciaio
come il vento agli aquiloni
come il cacio ai maccheroni
e la penna ad un notaio
come manca un pesce all’amo
come a volte manca il fiato
e a me dirti che ti amo

Lo nasconderò
questo nostro amore
perchè tu non lo veda
perchè tu non ci creda
quando ti dirò che ti amo ancora
e che mi manchi…

Mi manchi
come le radici a un albero
come il campo ad un trattore
come al lampo manca il tuono
e al peccato il suo perdono
al mercato il suo frastuono
al ciclista la discesa
a un altare la sua chiesa
ed a Dio la mia preghiera

Lo nasconderò
questo grande amore
perchè il mondo non veda
perchè tu non ci creda
quando ti dirò che ti amo ancora
…che ti amo ancora…
e che mi manchi…
…quando ti dirò che ti amo ancora
e che mi manchi…

Mi manchi
come tela ad un pittore
come adesso le parole
come a me manca il tuo amore

 

Simone Cristicchi

Simone Cristicchi 

Lucio Battisti: Fiori rosa fiori di pesco

In CantaPoeti, Musica leggera, Riflessioni e Poesie, Video on 11 febbraio 2013 at 15:05

 

” Fiori di pesco “

Fiori di pesco
sbocciano nel mio cuore
arde il fuoco della passione.
A chi darò la mia anima?
A chi il mio amore?
A te li darò
apro la finestra nè respiro l’aria
cullata nel valzer mattutino
risuona il mio canto d’amore.
Cresy Crescenza
(Diritti Riservati)Copyright©2011 Inedita
Tutti i diritti riservati

Info ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza il consenso dell’Autore.

***°°°***

Il mio amore è una barca silenziosa

che a colpi di remi trasognati

mi sospinge contro oscuri frangenti

da ” Confronti ”
di Hermann Hesse

Pubblicato da 23:43 

Caparezza – Non siete stato voi

In CantaPoeti, Musica leggera on 4 febbraio 2013 at 21:33

CAPAREZZA

– CONCERTO PRIMO MAGGIO 2011-

NON SIETE STATO VOI

Non siete Stato voi che parlate di libertà
come si parla di una notte brava dentro
i lupanari.
Non siete Stato voi che
trascinate la nazione dentro il buio
ma vi divertite a fare i luminari.
Non
siete Stato voi che siete uomini di
polso forse perché circondati da una
manica di idioti.
Non siete Stato voi
che sventolate il tricolore come in
curva e tanto basta per sentirvi patrioti.
Non
siete Stato voi né il vostro parlamento
di idolatri pronti a tutto per ricevere
un’udienza.
Non siete Stato voi che
comprate voti con la propaganda ma
non ne pagate mai la conseguenza.
Non
siete Stato voi che stringete tra le
dita il rosario dei sondaggi sperando
che vi rinfranchi.
Non siete Stato
voi che risolvete il dramma dei disoccupati
andando nei salotti a fare i saltimbanchi.
Non
siete Stato voi. Non siete Stato, voi.

Non
siete Stato voi, uomini boia con la
divisa che ammazzate di percosse i
detenuti.
Non siete Stato voi con gli
anfibi sulle facce disarmate prese
a calci come sacchi di rifiuti.
Non
siete Stato voi che mandate i vostri
figli al fronte come una carogna da
una iena che la spolpa.
Non siete Stato
voi che rimboccate le bandiere sulle
bare per addormentare ogni senso di
colpa.
Non siete Stato voi maledetti
forcaioli impreparati, sempre in cerca
di un nemico per la lotta.
Non siete
Stato voi che brucereste come streghe
gli immigrati salvo venerare quello
nella grotta.
Non siete Stato voi col
busto del duce sugli scrittoi e la
costituzione sotto i piedi.
Non siete
Stato voi che meritereste d’essere
estripati come la malerba dalle vostre
sedi.
Non siete Stato voi. Non siete
Stato, voi.

Non siete Stato voi che
brindate con il sangue di chi tenta
di far luce sulle vostre vite oscure.
Non
siete Stato voi che vorreste dare voce
a quotidiani di partito muti come sepolture.
Non
siete Stato voi che fate leggi su misura
come un paio di mutande a seconda dei
genitali.
Non siete Stato voi che trattate
chi vi critica come un randagio a cui
tagliare le corde vocali.
Non siete
Stato voi, servi, che avete noleggiato
costumi da sovrani con soldi immeritati,
siete
voi confratelli di una loggia che poggia
sul valore dei privilegiati
come voi
che i mafiosi li chiamate eroi e che
il corrotto lo chiamate pio
e ciascuno
di voi, implicato in ogni sorta di
reato fissa il magistrato e poi giura
su Dio:
“Non sono stato io”.

88x31

Vasco Rossi: ” L’uomo più semplice ” di Cresy Caradonna

In Musica leggera, Video on 24 gennaio 2013 at 10:57
Vasco Rossi

Vasco Rossi

(ANSA) – ROMA, 20 GEN –
Si intitola ”L’uomo piu’ semplice” e’ gia’ dal titolo si intuisce l’ironia che da sempre contraddistingue Vasco Rossi.
Il nuovo brano, prodotto da Vasco, sara’ in tutte le radio da domattina contemporaneamente e disponibile in versione digitale.
 

https://www.facebook.com/vascorossi

Vasco Rossi

«L’uomo più semplice»

Sono l’uomo più semplice che c’è
Sono l’uomo giusto per te
Sono l’uomo di questa sera
Sono l’uomo di primavera
Facciamo bene a stare insieme stare
Facciamo bene perché è sabato sera
Facciamo bene facciamo perché
C’è l’occasione e l’atmosfera
Sì… Facciamo bene perché
Siamo vivi, domani chi lo sa
Sì… Facciamo bene perché
Siamo vivi, domani chi lo sa
Te la prendi te la responsabilità?
Sono un uomo buono
Sono un uomo sincero
Sono un uomo vero
Sono un uomo solo
Sono l’uomo di questa sera
Sono l’uomo di primavera
Facciamo bene a stare insieme stare
Facciamo bene perché è sabato sera
Facciamo bene facciamo perché
C’è l’occasione e l’atmosfera
Sì… Facciamo bene perché
Siamo vivi, domani chi lo sa
Sì… Facciamo bene perché
Siamo vivi, domani chi lo sa
Te la prendi te la responsabilità?
..
Sono un uomo
Sono un uomo
Sono l’uomo più semplice che c’è

L’Uomo Più Semplice, 2013

Sono l’uomo giusto per te

 

VIDEO PRESO DAL WEB


ARTICOLI CORRELATI DI Cresy

https://crescenzacaradonna.wordpress.com/2012/11/26/il-fiore/

https://crescenzacaradonna.wordpress.com/2012/08/09/gli-angeli/

 

Manca la musica…ed è una canzone

In Musica leggera, Testi di canzone di Cresy Crescenza Caradonna on 4 gennaio 2013 at 23:12

 

Tu abbraccio sensuale
tu poesia
tu ragione della mia vita

Suono la mia chitarra
due note nel chiaro mattino

accordi chiusi nel cassetto
sbocciano come fiori a primavera

Scrivo per te una canzone d’amore
scrivo per te tutto il mio amore
scrivo per l’immenso blu dei tuoi occhi

Tu abbraccio sensuale
tu poesia
tu ragione della mia vita

Placa il calore del tuo fragile corpo
passione sublime di piccola donna
sensazioni emotive di un risveglio d’amore.©

DiCresy Crescenza Caradonna©

Dentro il sole

In Musica leggera, Testi di canzone di Cresy Crescenza Caradonna on 19 novembre 2012 at 17:02

Dentro il sole

Guardo dentro te c’è il sole dentro me
attimi mai dimenticati
sussurro il tuo nome ti chiamo cento volte
respiro dentro te
tu sei con lei non mi cerchi più
ma dove stai… con lei nel nostro bar

Guardo dentro te c’è il sole dentro me
ti chiamo non ci sei
ti voglio sei con lei
lenzuola tra di voi ti stringi ormai a lei
suona piano il mio cuore nella sera
il buio è dentro me il buio è dentro me

Occhi spenti in me occhi chiari in te
ti vedo e son felice per te
ma quella stanza dove ci siamo amati
ha il richiamo di te
Guardo dentro te c’è il sole dentro me
il buio è dentro me
…©

di♥

SITO CRESYCARADONNA.WORDPRESS.COM

La mia canzone per Sanremo

In Musica leggera, Testi di canzone di Cresy Crescenza Caradonna on 23 ottobre 2012 at 10:01

La mia canzone per Sanremo

di Cresy Crescenza Caradonna

 

 Messaggio d’amore
(nottegiorno)

Guardo fisso il tuo volto
che parla d’amore

è stupore che cresce in fretta
notte e giorno
giorno e notte sempre
ma spiegarti non è possibile

…..

finito è questo amore
sulla messaggeria del tuo  cuore
parlano le lacrime nell’alba rugiada 

passa tutto 
ridere piangere 
notte e giorno sempre
sulla messaggeria del tuo cuore

…..

via porto via
angelo volo nel cambiamento
passa la notte senza paura
amore amore amore vado via@

….
FOTO E TESTO DELL’AUTRICE

VIETATO SCARICARE O COPIARE

img_20110815_195425
 

 

Adriano Celentano

In Musica Classica on 16 ottobre 2012 at 14:23

Azzurro

Cerco l’estate tutto l’anno
e all’improvviso eccola qua.
Lei è partita per le spiagge
e sono solo quassù in città,
sento fischiare sopra i tetti
un aeroplano che se ne va.

Azzurro,
il pomeriggio è troppo azzurro
e lungo per me.
Mi accorgo
di non avere più risorse,
senza di te,
e allora
io quasi quasi prendo il treno
e vengo, vengo da te,
ma il treno dei desideri
nei miei pensieri all’incontrario va.

Sembra quand’ero all’oratorio,
con tanto sole, tanti anni fa.
Quelle domeniche da solo
in un cortile, a passeggiar…
ora mi annoio più di allora,
neanche un prete per chiacchierar…

Azzurro,
il pomeriggio è troppo azzurro
e lungo per me.
Mi accorgo
di non avere più risorse,
senza di te,
e allora
io quasi quasi prendo il treno
e vengo, vengo da te,
ma il treno dei desideri
nei miei pensieri all’incontrario va.

Cerco un po’ d’Africa in giardino,
tra l’oleandro e il baobab,
come facevo da bambino,
ma qui c’è gente, non si può più,
stanno innaffiando le tue rose,
non c’è il leone, chissà dov’è…

Azzurro,
il pomeriggio è troppo azzurro
e lungo per me.

Mi accorgo
di non avere più risorse,
senza di te,
e allora
io quasi quasi prendo il treno
e vengo, vengo da te,
ma il treno dei desideri
nei miei pensieri all’incontrario va.

Poesia è @by Cresy

Canzone d’amore

In Musica Classica, Testi di canzone di Cresy Crescenza Caradonna on 8 ottobre 2012 at 16:37

Sonata per pianoforte n. 14

Canzone d’amore

Scriverò una canzone
scriverò parole d’amore per te
per te tra le nuvole blu

….

mentre il sole alto bacia la luna
mentre il giorno alto bacia la notte
scriverò una canzone

lontano sei vicino nell’anima
lontano sei vicino al cuore
in questa magica storia d’amore

scriverò una canzone
colori e poi colori tra le note

….

scriverò una canzone
immaginandoti mio per sempre
nei versi di una canzone d’amore.

….

Cresy Crescenza Caradonna

Sempre e per sempre- di Francesco De Gregori

In CantaPoeti, Musica leggera on 16 settembre 2012 at 13:52

Fabrizio De Andrè

"Sempre e per sempre, 

dalla stessa parte, mi troverai." 
Francesco De Gregori

   

‘Sempre e per sempre’

Pioggia e sole 
cambiano 
la faccia alle persone.
Fanno il diavolo a quattro nel cuore e passano 
e tornano 
e non la smettono mai.

Sempre e per sempre tu 
ricordati 
dovunque sei, 
se mi cercherai. 

Sempre e per sempre 
dalla stessa parte mi troverai 
Ho visto gente andare, perdersi e tornare 
e perdersi ancora 
e tendere la mano a mani vuote 
E con le stesse scarpe camminare 
per diverse strade 
o con diverse scarpe 
su una strada sola.

Tu non credere 
se qualcuno ti dirà 
che non sono più lo stesso ormai .

Pioggia e sole abbaiano e mordono 
ma lasciano, 
lasciano il tempo che trovano.

E il vero amore può 
nascondersi, 
confondersi 
ma non può perdersi mai: 

Sempre e per sempre 
dalla stessa parte mi troverai 
Sempre e per sempre 
dalla stessa parte mi troverai.

Occhi blu – di Cresy Caradonna

In CantaPoeti, Testi di canzone di Cresy Crescenza Caradonna on 7 agosto 2012 at 17:27

tumblr_l6d9ailox21qbb9j7

” Occhi blu “

Occhi azzurri tu piccino mio
ti abbraccio ti riabbraccio nel profondo blu
sei l’amore l’universo mio
occhi azzurri tu piccino mio.

Quanto amore ti darò
quanto sole tu vedrai
quanti baci tu avrai
dolce stella del mio ciel.

Ti risvegli sorridente
ogni giorno cerchi me
accanto a te io ci sarò
sempre sempre ti vorrò.

Occhi azzurri tu piccino mio
sconfinato grande uomo mio
ti abbraccio ti riabbraccio nel profondo blu.

Quanto amore ti darò
quanto sole tu vedrai
dolce stella del mio cuore.@

Testo della canzone “Occhi blu “
di  Cresy Caradonna Crescenza

Copyright©2010 Inedita
Tutti i diritti riservati

Info ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza il consenso dell’Autore.

International Chamber Music Festival

LAGO DI GARDA | CULTURA IN MUSICA LIMES

il giardino della cultura

Reg. Trib. Crotone n. 48 del 07/06/2019

Siogiovanni

Sono come sono , una persona libera ...

idroclub.wordpress.com/

Sport in libertà

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: